Faccette dentali

Per correggere alcuni difetti estetici del proprio sorriso, quali alterazioni cromatiche, irregolarità della forma o della dimensione dei denti, posizione squilibrata e presenza di diastemi, è possibile ricorrere all’applicazione di faccette dentali, ovvero di sottilissime lamine in ceramica da collocare sulla  superficie esterna degli elementi dentali, per restituire armonia e splendore alla dentatura.
La nostra proposta prevede il ricorso a dispositivi medici di elevato standard qualitativo, realizzati con materiali altamente performanti in grado di assicurare stabilità, comfort, durata e un’ottima resa visiva. L’innovativa lavorazione con la quale vengono prodotte rende impercettibile la loro presenza all’interno della bocca, uniformandole naturalmente alla dentatura.

Feccette Dentali - Studio Buda - Dentista Napoli

Come vengono applicate le faccette dentali

Durante la prima seduta, realizziamo nel nostro studio un prototipo tridimensionale delle faccette dentali, in resina composita, per mettere il paziente nella condizione di prefigurare anticipatamente il risultato ottenibile. Questa procedura, nota come mock-up garantisce la soddisfazione del lavoro da effettuare, poiché una volta ottenuto il prototipo, viene posizionato sui denti ed adeguato alle esigenze specifiche e alle richieste del paziente.
I dati raccolti attraverso la mock-up vengono affidati all’opera degli odontotecnici che si metteranno a lavoro per realizzare in tempi brevissimi, faccette dentali definitive.
I nostri odontoiatri e i nostri tecnici sono soliti eseguire l’intera lavorazione, dalla fase di preparazione fino alla cementazione definitiva in una sola settimana, assicurando un risultato davvero sorprendente.

Le faccette dentali possono essere rimosse?

Desideriamo essere completamente chiari su questo punto: l’applicazione delle faccette dentali non è reversibile, quindi occorre pensarci molto bene, prima di decidere se sceglierle o meno come soluzione estetica. Il trattamento di rimozione prevedrebbe infatti l’utilizzo di un trapano, che oltre ad eliminare le faccette, svolgerebbe un’azione erosiva sia sul collante, con il quale sono state precedentemente applicate, che sullo smalto dentale.